Tutte le bugie che ti hanno raccontato per convincerti a fare business on-line

Internet è pieno di fuffa.  Guadagna facile, guadagnare da casa con le proprie passioni, entrate automatiche per sempre, diventa ricco di qui, diventa ricco di là

Cosa basterebbe fare secondo questi presunti “guru” per diventare ricchi? Semplicissimo: basta aprire un sito gratuito e fare articoli di qualità. Sarà così che le persone li leggeranno e li condivideranno. Ovviamente non dobbiamo dimenticarci di inserire link di affiliazione di amazon qua e là o, ancor meglio, banner di Adsense!

Così monetizzi facilmente in pochi giorni e il tuo stipendio automatico ogni mese, per il resto della tua vita, è fatto. 

Ci sono perfino libri cartacei venduti in libreria che vendono queste illusioni alle persone. Sinceramente mi sono stufato non poco di questa spazzatura che gira ormai da troppi anni.

Perché? In cosa si sbagliano?

La verità purtroppo è meno raggiante e commercialmente esplosiva: creare un "sito di successo" non è semplice ma richiede invece impegno, dedizione, competenza e, sicuramente anche pazienza ed un minimo di fortuna. 

Personalmente considero il marketing una scienza, un ambito di studio ed attività non così semplice perché composto da più sotto-argomenti ed aree specifiche. A motivarti però c'è l'obiettivo finale: una volta padroneggiate tecniche simili è possibile - come ti direbbe un markettaro di successo sorseggiando un Martini - avere il potere di aprire il potafogli dei tuoi clienti, in cambio di un prodotto o di un servizio di valore.

Ovviamente più il livello di conoscenza e applicazione sarà alto, più le tue probabilità di successo saranno elevate.

"Sito di successo" è un concetto vago.

Dire "sito di successo" in realtà non significa nulla. Spesso non è il sito in sè ad essere di successo. Ma il tuo prodotto, il tuo servizio, la tua attività.

Il sito, di per sé, altro non è che un mezzo. Un mezzo che se usato bene può aiutarti ad ottenere risultati, se usato male, può portare più danni che altro.

Dopo aver elaborato una strategia, il che è già da considerarsi un successo perché non è sicuramente semplice né immediato, occorre saper scegliere gli strumenti da utilizzare.

Strumenti da utilizzare in una strategia di web marketing

Strumenti di Marketing 

La prima cosa da aver chiara è che non tutti gli strumenti servono in ogni caso

Il discorso sarebbe molto più complesso di così, ma in generale il consiglio che posso darti è di scegliere solo gli strumenti che ti permettono di raggiungere i "luoghi virtuali" che i tuoi possibili clienti frequentano quotidianamente. E in particolare quelli che usano per comprare la tipologia di prodotto che intendi vendere.

Mi spiego meglio: sarebbe piuttosto insensato promuovere il tuo prodotto su Pinterest, se il tuo target sono persone over 60 che comprano quasi solo nei negozi fisici e diffidano di ogni cosa si possa comprare on-line.

Ecco alcuni esempi di strumenti utili nell'ambito del marketing:

  • SEO
  • Google Adwords
  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • Email
  • Sito web

Vediamone alcuni di sfuggita :)

SEO

Le persone del tuo target cercano la tua tipologia di prodotto, il problema che questo risolve o informazioni sul tuo settore su Google? 

Se la risposta è sì allora probabilmente vale la pena d'imparare la SEO tramite testi e video corsi on-line e posizionare delle pagine del tuo sito per delle parole chiave rilevanti.

Google AdWords

Google Adwords è il Posizionamento su Google tramite campagne a pagamento. Per renderla semplice, pagando puoi assicurarti un posizionamento tra le prime posizioni dei risultati di google (per delle parole chiave da te scelte ovviamente) e ricevere così visibilità istantaneamente.

(Di fianco al tuo risultato, comparirà una piccola scritta "Ann." per segnalare agli utenti che si tratta di un annuncio a pagamento, e non un risultato organico).

Il vantaggio è che il traffico arriverà immediatamente

Lo svantaggio è che per farlo arrivare... saddapagà!

Facebook e altri social media 

I tuoi potenziali clienti usano i social media? Ne usano qualcuno in particolare?

I social network possono essere utili per relazionare con il pubblico di proprio interesse, anche se si tratta di pubblico "organico", che ci ha conosciuto magari tramite Google.

Altra sfera d'interesse poi la pubblicità Facebook ad esempio, che permentte di intercettare persone potenzialmente interessate al nostro prodotto, anche se per 1.000 motivi non lo cercano attivamente su Google.

Sito web

Considera che ogni strumento di cui abbiamo già parlato spedisce visitatori più o meno interessati al tuo sito. Per questo motivo rimane un "anello" molto importante della catena.

Far arrivare visitatori sul nostro sito web è spesso molto faticoso e costosto.

Per questo il nostro sito deve essere ottimizzato al meglio, bisogna massimizzare il profitto a parità di traffico e a parità di costi. Il sito è spesso il luogo in cui l'utente effetturerà l'acquisto del tuo prodotto, o dove perlomeno si deciderà ad acquistare. Per questo motivo deve essere ben ottimizzato, è una fase molto delicata.

Per far funzionare il tuo progetto, non basta sapere che gli strumenti “esistono”

Progetto di Marketing

Il (web) marketing non è una cosa semplice. Prima di approcciarti a questi strumenti è assolutamente fondamentale studiare testi e risorse utili affiancandoli a video corsi online o in aula. Altrimenti:

  • Se fai pubblicità non conoscendo bene gli strumenti, perderai sicuramente soldi e i risultati saranno scarsi.
  • Se non sai usare i social media a dovere perderai una marea di tempo nella speranza di avere qualche fan gratis.
  • Se non sai fare SEO le tue pagine resteranno dimenticate dal mondo in quinta o sesta pagina.
  • Se non sai creare un sito ottimizzato per il tuo progetto sprecherai solo fatica e soldi.

Uno scenario simile probabilmente manterrà le conversioni abbastanza vicine allo zero. 

Ciò che devi fare è studiare.

Lo so che non ti piace, che è noioso, che la scuola è finita e non serve più imparare nient’altro.
Lo so che sarebbe bello credere alla favoletta del creare il sito gratuito che parla delle tue passioni, inserire i link d’affiliazione di amazon e godersi il resto della propria vita in spiaggia con le entrate automatiche ogni mese.
Ma non funziona così. I soldi facili (che io sappia) non esistono.
Crearsi delle “entrate automatiche” o semplicemente vendere tramite il web è sicuramente possibile. Ma devi studiare, applicare, sbagliare, ritentare, migliorarti sempre.

Il tuo migliore investimento

Formazione in Marketing

Le cose da sapere sono tante, è vero.
Ma il miglior investimento che possiamo fare è quello su noi stessiSe faticherai in modo “intelligente” imparando ciò che devi imparare, investendo soldi in formazione, esattamente come tutte le persone che ottengono risultati fanno costantemente, i risultati arriveranno. 

Come sono arrivati per tutte le persone che si sono buttate seriamente in questo settore studiando ed applicando tecniche in maniera scientifica e costante negli anni.

Qualche consiglio prima di investire in corsi di marketing

Il mercato della formazione marketing in Italia è invaso dalla fuffa e dai contenuti di pessima qualità. Quindi per evitare di sprecare inutilmente tempo e soldi comprando materiale scadente ti consiglio di:

  1. Non fidarti troppo delle testimonianze che trovi sulle pagine di vendita dei corsi: quelle testimonianze sono scelte dallo stesso creatore del corso. Potrebbe anche trattarsi di testimonianze di “amici-colleghi” con cui ci si scambia recensioni ed impressioni vicendevolmente. Se ci fosse qualche commento negativo sul corso di certo l’autore del corso non lo metterebbe sulla pagina di vendita, no?
  2. Prima di acquistare cerca su google recensioni e commenti liberi - come quelli di facebook. Cerca di scoprire cosa si dice a proposito di quel corso su siti “esterni” e non sotto il controllo diretto del creatore del corso.

La più grande raccolta italiana di corsi di marketing, con recensioni libere.

A tal proposito, Geekly è il raccoglitore di corsi inerenti al marketing più grande in Italia. Puoi trovare recensioni libere e non controllate dall’autore del corso in modo da consentire una scelta consapevole ed allontanare i prodotti vicini alla truffa.

Un piccolo favore: dopo aver comprato e seguito i tuoi primi corsi di marketing, ricordati di passare poi su geekly a lasciare una recensione assolutamente libera dove dici sinceramente ciò che pensi.

Se un determinato corso secondo te non è di qualità aiuterai altre persone ad evitarlo, se invece un determinato corso ti è piaciuto e pensi che sia meritevole d’attenzione, allora condurrai altre persone “sulla retta via”. 

 

Grazie mille per aver letto fin qui.

In bocca al lupo per il tuo progetto e a presto.

 

Tommaso Tosi.

Guarda il video su come costruire un sito

Commenti